USA: Citi, Deutsche Bank e Bank Of America coinvolte in un giro di riciclaggio di denaro

Alcuni conti correnti statunitensi  facenti capo alle compagnie bancarie di Citigroup, Deutsche Bank e Bank of America sono stati usati per far confluire decine di milioni di dollari sporchi, provenienti dal traffico di droga, verso ignoti borker colombiani. Questo è quanto è stato recentemente scoperto da un detective sotto copertura della polizia del Massachusetts, come è stato riportato da 100reporters. La rivelazione arriva quando il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha deposto sanzioni contro alcune delle più grandi istituzioni finanziarie del mondo per violazioni al commercio e riciclaggio di denaro. 

I rappresentanti delle banche citate non hanno voluto rilasciare commenti a International Business Times.

L’affidativ di Jaime X. Cepero (il poliziotto sotto copertura) è stata presentata nel mese di agosto 2013 ed è collegata come parte di un’indagine delle autorità federali del 2001 partita da Boston, che ha fatto emergere un giro internazionale di droga, facendo finire nella rete 200 milioni dollari e 20 indagati. L’indagine ha portato all’estradizione di 12 indagati dalla Colombia e a 15 ammissioni di colpa. Cepero era stato assegnato ad un’unità dell’Agenzia Federale Antidroga che ha supervisionato l’operazione. L’affidativ è stata presentata l’anno scorso nell’ambito di un’inchiesta delle Agenzia delle Entrate. In alcuni casi, ha detto il poliziotto, le banche avevano segnalato attività sospette al dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, come richiesto dalla legge, ma non sempre lo hanno fatto.

Il documento non solo individua le tre banche per nome, ma offre anche una panoramica sulle tecniche utilizzate dai narcotrafficanti per riciclare attraverso gli Stati Uniti i proventi derivanti dalla vendita di cocaina ed eroina. Alcune volte i corrieri nascondevano i soldi in fasce termosaldate all’interno di auto parcheggiate nelle periferie degli Stati Uniti. Trasferimenti di denaro simili hanno avuto luogo in strade trafficate nelle principali città degli Stati Uniti, tra cui New York, Los Angeles, Houston e Orlando. L’affidavit afferma che uno dei trasferimenti ha avuto luogo in Italia, a Roma, dove il denaro era visibilmente coperto di residui di cocaina.

Il denaro sarebbe poi stato depositato, in alcuni casi sotto la copertura di agenti antinarcotici che avevano preso parte dell’operazione pungiglione, in conti detenuti da compagnie di brocheraggio colombiane presso le tre banche a Boston e New York. Successivamente queste aziende trasferivano il denaro in Colombia, in valuta locale, in piccole società fittizie dove veniva infine recuperato da La Oficina de Envigado, il cartello della droga nato  dalle ceneri del Cartello di Medellin, crollato nei primi anni novanta.

Il Dipartimento del Tesoro nel 2006 ha avvertito che compagnie di cambio messicane e colombiane erano ad alto rischio per essere società fittizie utilizzate per operazioni di riciclaggio di denaro sporco. Come le banche, queste case di brokeraggio sono spesso utilizzate per gestire trasferimento di denaro verso il paese di origine. Le banche negli ultimi anni hanno ricevuto multe record per accuse di riciclaggio di denaro sporco e per violazione delle sanzioni commerciali. L’anno scorso HSBC Holdings è stata schiaffeggiata con una multa di 1,9 miliardi di dollari per aver consentito ai cartelli della droga di riciclare miliardi di dollari. Nel mese di giugno, BNP Paribas ha accettato di pagare 8,9 miliardi dollari per aver permesso il trasferimento di fondi dal Sudan e altri paesi sotto sanzioni commerciali degli Stati Uniti.

In molti casi le banche possono pagare le multe senza dover ammettere la colpa, e gli individui all’interno di queste compagnie bancarie raramente vanno in prigione, nonostante consentano ai cartelli della droga spostamenti di denaro di grossa entità.

Fonte: http://it.ibtimes.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...