La grande fabbrica di LSD

La vita è una breve risatina cosmica nel lento respiro dell’universo

Non c’è modo di sintetizzare con facilità gli eventi accaduti nel silo del missile di Wamego tra il primo ottobre e il 4 novembre del 2000. Le informazioni disponibili sono una soluzione melmosa composta da verità, mezze bugie, tre-quarti di verità e bugie spudorate, dal cui frazionamento non si ricava nessun elemento puro. Le dramatis personae sono molte e diverse tra loro. Le sostanze coinvolte sono spesso oscure e mai testate prima. Quello che invece si sa è che nell’estate del 1997, un virtuoso chimico organico di nome Leonard Pickard unì le forze con Gordon Todd Skinner, ricco erede di una grande azienda produttrice di molle, per creare quello che sarebbe poi diventato il laboratorio di LSD più prolifico al mondo. Un laboratorio che, secondo alcune fonti, avrebbe prodotto sino al 90 percento dell’LSD in circolazione e quantità sconosciute di MDMA, ALD-52, vino d’ergot e, con molte probabilità, anche l’LSZ… ma torneremo su questo punto più tardi.

Leonard Pickard rappresenta un’anomalia tra i chimici clandestini—uno dei pochi che è riuscito a raggiungere importanti traguardi a livello accademico. Ha studiato a Harvard, Purdue e UCLA, mentre produceva chili di MDMA e LSD in laboratori segreti, sotto la protezione della Brotherhood of Eternal Love. Era carismatico e ben educato, e aveva una postura eccellente (posizionava le spalle in modo da far ricadere le vertebre in perfetto equilibrio verticale, come “un bellissimo laccio di perle”). Una delle sue foto più famose lo ritrae ad una conferenza scientifica nel Sussex, mentre annusa con grazia una rosa apprezzandone il profumo. Era fatto così.

Gordon Todd Skinner (Todd per gli amici) è un chimico autodidatta di dubbie capacità; anzi, ancora oggi si dibatte se sia il caso di definirlo chimico o meno. Sembra che abbia fatto la sua prima estrazione di mescalina dalla Lophophora Williamsii a soli 19 anni. A 25 era in carcere e rischiava l’ergastolo in una prigione del New Jersey per traffico di marijuana, dopo esser stato trovato in possesso di oltre 20 chili. Per evitare la condanna, cominciò una lunga e fruttuosa carriera come informatore del governo. Nel 1996 comprò il silo di un missile nucleare Atlas E dismesso a Wamego, in Kansas, e lo trasformò in un palazzo sotterraneo della psichedelia. Tre anni dopo, comprò un secondo silo per far posto a un super laboratorio di LSD. Il laboratorio però restò operativo solo per un breve periodo di tempo, e nell’ottobre del 2000 Todd portò gli agenti della DEA sul posto per un tour guidato. Nonostante questo, considerare Todd semplicemente come una spia non sarebbe giusto, data la sua profonda, e in apparenza onesta, dedizione alla causa della psichedelia come mezzo per il progresso e il bene della specie umana, fatto che rende la sua figura decisamente più complessa e affascinante.

Per finire c’è Krystle Cole, ex-spogliarellista goth di Burlington, Kansas, che si innamorò di Todd ed entrò nel suo circolo privato di chimici e trafficanti. Krystle incontrò Todd nel febbraio del 2000, e i due passarono insieme sei mesi di gioia lisergica, prima che le cose cominciassero a precipitare nel caos più totale. Nell’agosto del 2000 Todd cominciò a sospettare che il laboratorio fosse sotto sorveglianza e decise, per prevenire le eventuali accuse che sarebbero seguite, di consegnare Leonard alle autorità. Cominciò quindi a registrare conversazioni e a raccogliere prove contro di lui. Questo processo portò all’arresto di Leonard, e a una carenza di LSD a livello nazionale (e probabilmente mondiale) che durò per vari mesi.

Nell’ottobre del 2000 Todd contattò formalmente la DEA e dichiarò: “Credo di avere individuato la più grande cospirazione lisergica del mondo… e vorrei aiutarvi a risolvere la situazione.” Todd ricevette completa immunità per la sua colla-borazione e nessuna accusa fu mossa contro di lui, mentre a Leonard vennero inflitte due condanne a vita senza possibilità di appello. Subito prima del processo, Todd e Krystle viaggiarono per tutta l’America, vendendo chili di MDMA in cristalli per guadagnarsi da vivere. Col passare del tempo, Todd diventò sempre più paranoico e violento, fino a quando, nel settembre del 2003, venne arrestato e cominciò una lunga battaglia legale che culminò con una condanna all’ergastolo per aggressione a mano armata (con un ago ipodermico) e rapimento.

Negli anni successivi agli arresti, Krystle ha raccontato la sua esperienza in vari libri e video su YouTube, il più celebre dei quali include una dettagliata spiegazione della tecnica di somministrazione per via rettale del DMT chiamata “il colon sciamanico.” A quanto pare, brucia non poco. Krystle è una delle poche persone coinvolte nell’operazione LSD a non essere finita in carcere, e quindi sono volato in Kansas per incontrarla, farle qualche domanda e fare una visita al leggendario silo del missile. Nonostante tutto quello che ha passato, Krystle è una specie di esuberante fascio d’energia enteogenica. Quando sono passato a prenderla per andare a Wamego aveva addosso una maglietta candeggiata con su il simbolo “☮”.

A un certo punto, il silo era diventato una sorta di simbolo della totale sregolatezza di Todd. La parte principale del missile era piena di preziosi tappeti persiani e lussuosi divani in pelle. Possedeva un impianto stereo da 120.000 dollari, che usava per ascoltare i Deep Forest e Sarah McLachlan a tutto volume. Il bagno aveva una doccia con tre soffioni e una vasca in cui poteva entrare tranquillamente una dozzina di persone. Krystle mi ha detto che era divertente. Dopo la retata, il silo è stato sequestrato, e ogni cosa di valore al suo interno venduta. Lo spazio è stato abbandonato e vandalizzato, si è riempito d’acqua e alla fine i seguaci di Todd sono entrati e hanno rubato le provviste di MDMA, LSD e DMT che erano nascoste tra i muri di marmo rosa del bagno. Ora come ora, poco della struttura originale è rimasto intatto: il posto è di proprietà di un fanatico di veicoli e marchingegni militari, che usa il missile per ospitare la sua collezione di carri armati sovietici T-34 della Seconda Guerra Mondiale. Dopo aver lasciato il silo, mi sono seduto a far due chiacchiere con Krystle.

VICE: Come vi siete conosciuti, e poi innamorati, tu e Gordon Todd Skinner?
Krystle Cole: Io lavoravo come spogliarellista in questo locale chiamato Club Orleans. Todd non frequentava posti del genere, ma i suoi colleghi sì, e uno di loro, dopo aver visto il mio numero, una volta gli ha detto, “C’è questa ragazza al Club Orleans che dovresti davvero vedere.” Il mio spettacolo era piuttosto interessante—era una specie di performance bondage. Di sicuro mi distinguevo dal resto della gente che era lì. Ero goth perché odiavo a morte il Kansas. Facevo mettere death-metal durante il mio spettacolo e avevo questa catena che attorcigliavo al palo, e con cui poi mi frustavo. Volevo ribellarmi contro ogni cosa avesse a che fare col Kansas. Quando Todd è venuto, non si è comportato come gli altri clienti, non gli importava nulla della lap dance. Si sedeva nel privé e ogni volta mi dava un sacco di soldi. Dopo un po’ mi ha chiesto se volevo vedere dove abitava. Negli strip club c’è questa regola basilare: “Mai andare a casa di un cliente, o finirai stuprata e tagliata a pezzetti.” Quindi ero molto nervosa, ma gli ho comunque detto di sì. Dopo ore e ore di macchina siamo arrivati davanti a questi giganteschi cancelli di metallo avvolti in filo spinato, con almeno dieci telecamere di sicurezza. Non c’era nessun’altra costruzione o casa nelle vicinanze, e la porta del silo era abbastanza grande da poterci far entrare un camion. Stavo morendo di paura.

Come mai Todd aveva deciso di vivere in un missile nucleare dismesso invece di andare ad abitare in, non so, una casa?
Quando ho conosciuto Leonard e Todd, mi hanno raccontato che erano eccentrici banchieri, che avevano fatto scorta di cibo e armi da fuoco per prepararsi al millennium bug—ci siamo incontrati subito dopo il 2000. Todd aveva ogni cosa necessaria in caso di apocalisse nel silo. Mi dicevano che avevano sempre a disposizione valigette piene di valuta straniera e biglietti da mille dollari perché pensavano che il sistema finanziario americano fosse sull’orlo del collasso. Buttavano soldi in giro, guidavano Porsche, mi compravano vestiti di Armani e io non dovevo più lavorare allo strip club. Qui in Kansas non si usa indagare troppo su quello che le persone ti dicono, se ti stanno mentendo o meno. Capisci che intendo?

Quindi Todd raccontava che era un banchiere/survivalista che si preparava per il collasso finanziario post millennium bug. Ma come spiegava i chili di MDMA?
Li nascondeva molto bene. Durante i primi tempi in cui ci frequentavamo non mi è mai capitato di vedere nulla del genere. Io tra l’altro non avevo nessuna esperienza con le droghe. Mi era capitato di bere e farmi qualche canna, ma non sapevo neanche cosa fosse l’MDMA. Lui mi ha detto, “Provala, ti piacerà.” E Dio se mi è piaciuta! Ma avevo visto solo piccole quantità. A un certo punto ho cominciato a farmi qualche domanda, ma non riuscivo a capire bene di cosa si trattasse. Erano tutti sempre molto nervosi. Ogni volta che parlavi di droghe al telefono o visitavi siti internet che avevano in qualche modo a che fare con la droga, la tensione si tagliava a fette. Solo dopo ho visto le pile di roba e ho scoperto che c’era un laboratorio per la produzione di LSD.

Ho letto che Todd diceva alla gente che il missile serviva a produrre molle d’alto livello per conto della NASA.
Credo che una volta le abbiano anche realmente prodotte. Ma era una copertura ovviamente.

Hai mai visto alcune di queste molle nel silo?
No, mai, ma la madre di Todd a dire il vero possiede una fabbrica a Tulsa che produce realmente molle per la NASA.

Un complesso di 182 batterie che Todd afferma di aver costruito per un processo di sintesi elettrochimica sperimentale dell’MDMA.

E una volta che hai scoperto che Todd e Leonard erano coinvolti nella produzione di LSD, non hai pensato di tagliare i ponti con loro?
La mia reazione è stata l’opposto, a dire il vero: volevo essere sempre più coinvolta! Non mi sono mai resa conto di cosa stava davvero succedendo fino a quando Leonard non è stato arrestato. Ero sempre fatta di qualcosa e avevo solo 18 anni. Non avevo abbastanza esperienza e lucidità per distinguere chiaramente le cose che mi stavano succedendo intorno. Pensavo solo a divertirmi e a fare festa. Il pensiero del futuro o di qualsiasi altra cosa non mi sfiorava neanche.

Quali sostanze in particolare venivano sintetizzate e quali erano sperimentate dal gruppo?
La specialità di Todd erano le triptamine. Le estraeva dalla Mimosa hostilis, ma riusciva anche a produrre DMT sintetica. Era molto fiero di tutte le sostanze che aveva. Quelli più vicini a lui avevano anche l’opportunità di vedere la sua “libreria”—centinaia di sostanze e droghe diverse, tutte raccolte in un mega archivio. Tutto ciò accadeva nel 2000, quando la gran parte di queste sostanze poteva essere acquistata online come prodotti chimici per scopi di ricerca. Todd andava in giro e distribuiva roba a tutti quanti, e noi di certo non ci tiravamo indietro, anzi! Io non avevo neanche idea di cosa fossero le droghe che mi dava. Ai tempi ero perennemente fatta di talmente tante droghe che era come vivere in un monastero enteogenico. Non dovevo lavorare. Non dovevo preoccuparmi di pagare niente. Non dovevo fare nulla se non prendere droghe psichedeliche. Ho avuto l’opportunità di provare sostanze del tutto insolite e rare, come vari tipi di ALD-52 e vino d’ergot, e anche altre cose nuove mai sentite prima.

Quali erano queste nuove sostanze?
Be’, fino a poco fa non potevo parlare di queste cose, ma ora non ci sono problemi, dato che il processo si è concluso ormai da un po’. In particolare, c’era questa sostanza che nessuno aveva mai visto prima. Era completamente nuova, e quello che ho provato mentre ero sotto il suo effetto va al di là di ogni descrizione. Perché era come guardare… era come se la realtà si fosse trasformata in questo… voglio dire, era la realtà, ma era come se si fosse creato un ulteriore strato al di sopra della realtà. È difficile da spiegare, ma dopo era come se nel mio cervello si fosse formato un interruttore neurologico che mi faceva entrare e uscire a mio piacimento da questo stato di alterazione.

Come si chiamava questa sostanza?
Todd non dava nomi alle sostanze che creava, ma questa era una specie di analogo del 5-MeO-αMT. Mi ha mandato una serie di lettere in codice dal carcere per descrivermi il processo di sintesi; a quanto pare doveva essere fatta con rodio elettrizzato in una vasca per pesci da 75 litri. 1 C’erano diverse cose nuove su cui lavoravano, ma questa era particolarmente estrema. Mi aveva anche detto che c’era una molecola molto sensibile che tendeva a sfaldarsi, e che quindi, quando mettevo quello specifico “libro” nella sua “biblioteca” avrei dovuto “rivestirlo” con una “copertina blocca-luce.” Tra le altre nuove sostanze, c’era questo analogo dell’LSD creato da Leonard chiamato “diazedina,” anche se in realtà non ho mai capito bene di cosa si trattasse.

Hai mai sentito parlare dell’acido lisergico 2,4-dimetilazetidide?2
No, ma questa sostanza era chiamata diazedina. Era piuttosto forte, ma nulla di sconvolgente. Leonard l’ha data a Todd in una bottiglia d’acqua per fargliela provare. Ma a quanto pare, la diazedina non era smerciabile su larga scala dato che aveva dei costi di produzione piuttosto elevati e gli eventuali guadagni non sarebbero stati sufficienti. E questo causò molta tensione tra Todd e Leonard, perché entrambi avevano riposto molte speranze in quella sostanza: credevano potesse diventare una valida alternativa all’LSD.

1 Nelle lettere che Todd mandava dalla prigione, dice di aver usato sia il 5-Fluoro-αMT che il 6-Fluoro-αMT. Il primo è reperibile sul mercato in piccole quantità, mentre il secondo era distribuito dal gruppo di Leonard, e a quanto pare è una “bestia”. Sono entrambe sostanze psichedeliche attive, ma nessuna delle due può essere prodotta con i macchinari descritti da Todd.

2 L’acido lisergico 2,4 (anche detto LSZ) appartiene a un piccolo gruppo di psichedelici serotoninergici superiori all’LSD in potenza. Il primo documento in cui vengono descritte la farmacologia e la composizione dell’LSZ è stato stilato da un laboratorio della Purdue University, dove Leonard era stato allievo del famoso chimico David Nichols. Anche se la ricerca è stata pubblicata dopo l’arresto di Leonard, è comunque probabile che Leonard fosse al corrente del suo contenuto. Quando ho chiesto al Dr. Nichols se pensava che Pickard avesse davvero prodotto l’LSZ, lui mi ha detto, “Leonard sapeva della nostra ricerca, di quello sono certo.” Sono circolate per anni voci secondo cui l’LSZ fosse distribuito su carta assorbente (sotto il nome di λ), ma non ci sono notizie confermate della sua esistenza. Il nome diazedina è certamente ambiguo e potrebbe riferirsi più o meno a qualsiasi cosa, ma ci giocherei un chilo di Benzotriazolo-1-yl-oxy-tris-pyrrolidino-phosphonium che l’LSZ e la diazedina sono la stessa cosa.

Buchi perforati dagli scagnozzi di Todd per poter guardare i “libri” della sua “biblioteca”, che aveva al suo interno diversi “best-seller,” come l’MDMA 500g, il DMT 100g, e l’LSD 1g.
E a che punto Todd è diventato un informatore della DEA e ha consegnato Leonard alle autorità?
Poco prima che avvenisse la retata, Todd aveva cominciato a raccontarmi varie cose su Leonard: che era coinvolto in un giro di trafficanti d’eroina e nel commercio di missili Stinger in Afghanistan, e che aveva ordinato l’omicidio di un uomo che in precedenza lavorava per loro. Non so se crederei a Todd adesso, ma ai tempi gli credevo eccome. Ero completamente innamorata, e ogni cosa che diceva era la totale verità per me. Ora che mi guardo indietro mi accorgo di come abbia mentito in svariate occasioni.

Io e Leonard ci siamo scritti qualche lettera, e dalla nostra corrispondenza mi è sembrato un uomo piuttosto gentile e a modo.
Devi capire che anche lui ha le sue colpe per quanto è successo. Voglio dire, è orribile che debba scontare un ergastolo per aver commesso un crimine non violento, che non era neanche un crimine in realtà, ma un servizio che aveva un effetto profondamente positivo per l’umanità, ma Leonard non era affatto un santo. Molta gente cerca di descriverlo come una specie di monaco buddista che non farebbe male a una mosca. Ma sia lui che Todd erano dei signori della droga, nessuno dei due si può definire buono. D’altra parte non credo che Leonard possa essere definito un assassino.

E ti sembrava il tipo da farsi coinvolgere nel traffico di eroina?
Probabilmente no, ma se è per questo non sembrava neanche una persona che aveva qualcosa a che fare con la produzione di LSD! Leonard sapeva recitare la parte molto bene. Non l’ho mai visto usare droghe, né parlarne. L’unica cosa che mi ha detto è stata: “Dovresti andare ai rave. Ti piacerebbero.” Quella è stata l’unica cosa vagamente collegata alla droga che mi abbia mai detto prima che venisse arrestato.

Todd ti ha mai permesso di assistere al processo di sintesi di qualche droga?
Be’, ho visto gli strumenti e le attrezzature da laboratorio nelle fasi finali del processo di sintesi o purificazione. Ho visto recipienti pieni di “vino” ottenuto da colture di ergot, ma non sono mai entrata in uno dei laboratori né ho mai assistito al processo di sintesi completo. Credo che conoscessi Todd meglio di chiunque altro, ma non era abbastanza per avere la sua completa fiducia.

Non ho mai ben capito quale fosse il ruolo di Todd. Leonard era lì con un compito ben preciso—è un chimico altamente istruito, allievo di Alexander Shulgin—ma qual era la posizione di Gordon Todd Skinner?
Be’, Todd mi ha raccontato diverse versioni della storia nel corso degli anni. Secondo i rapporti ufficiali, lui era lì per riciclare denaro e occuparsi di tutte le cose legate ai soldi. All’inizio, mi aveva detto che era il capo della sicurezza della Brotherhood of Eternal Love, poi, quando ha cominciato ad avere più fiducia in me, mi ha detto che anche lui era un chimico, e che era responsabile per la produzione di questo tipo di LSD chiamato “white fluff”, mentre Leonard si occupava di produrre grandi quantità di LSD “lavanda.”3 Da quanto ho potuto dedurre successivamente, Leonard si occupava di produrre la gran parte dell’LSD da smerciare, mentre Todd faceva piccole quantità di LSD diversi, e anche di DMT.

Hai scritto che una volta Todd ha sintetizzato una droga chiamata “Black Tar Acid,” che provocava attacchi epilettici a chi la prendeva. Come mai dava droghe del genere alla gente?
Sì, non so bene cosa fosse, ma non aveva un bell’aspetto. Invece di essere cristallina, era di un nero intenso. Se provavi a dissolverla la soluzione diventava tutta scura. Questi sono fatti dell’ultimo periodo, di quando ha cominciato a perdere il controllo. Produceva un sacco di triptamina velenosa che provocava attacchi epilettici. Lo stress dovuto ai processi, ad anni passati a fuggire e a prendere oscuri accordi col governo hanno cominciato a farsi sentire. E anziché chiedersi perché l’abbia data alla gente, c’è da chiedersi piuttosto perché abbia fatto tutto ciò che ha fatto. Era pazzo. Penso davvero che sia un sociopatico. Voglio dire, ai tempi non sapevo neanche cosa fosse un sociopatico. Ora che ho studiato psicologia e capisco a pieno la definizione, mi accorgo che la percentuale di sociopatici nella popolazione è molto bassa, ma lui ne fa di sicuro parte.

A un certo punto, Todd ha dichiarato di aver inventato un vaccino per l’HIV e offriva iniezioni gratis a tutti i suoi vicini. È una storia vera?
Sì, più grandi erano le bugie più possibilità c’erano che la passasse liscia. Io mi ero fatta così tanta MDMA che avevo paura di aver subito danni al cervello, quindi sono andata in cura da un naturopata, il quale mi ha prescritto diverse infusioni di formula IV. Dopo avermi vista con la IV, Todd ha voluto sperimentare l’infusione aggiungendo sostanze psichedeliche al mix. Andava nello studio di questo naturopata—prova a immaginartelo, una stanza piena di vecchi che vanno lì per sottoporsi alla terapia chelante—e metteva del DMT nella soluzione della formula IV. Poi si sedeva là per ore, fatto come non si sa cosa in mezzo a quei vecchi, mentre tutti pensavano che stesse facendosi anche lui la terapia chelante. Ma nonostante tutto riusciva a starci dentro e a non dare di matto. Io non farei mai una cosa del genere.

Neanche io…
Una cosa è fumarsi del DMT e poi finirla lì, ma farsi un trip di svariate ore con un ago nelle vene non mi sembra una gran figata. Anche se dopo che l’hai fatto per un certo numero di volte, ogni trip può essere piacevole a prescindere dalle circostanze. Ad esempio, quando Todd ha cominciato a diventare violento ed era consapevole del fatto che io provavo a scappare, ha cominciato a tendermi trappole con gli psichedelici, nel senso che me li faceva prendere a mia insaputa. Voleva che la gente pensasse fossi pazza, o forse voleva che io stessa dubitassi della mia salute mentale. Secondo Leonard, Todd avrebbe persino ricoperto di LSD le maniglie delle porte di casa mia. Come conseguenza di queste trappole, sono finita in un trip che è durato per tre giorni di fila, ogni giorno più intenso di quello precedente. Non so quale sostanza fosse nello specifico, ma era di sicuro la più potente che abbia mai preso. È veramente destabilizzante alzarsi per fare le tue cose di tutti i giorni e ritrovarsi inspiegabilmente in un trip da +++.4 Ero completamente ribaltata. In un certo senso è anche stata un’esperienza fantastica. Mi ha ricordato che la vita è solo una breve risatina cosmica nel lento respirare dell’universo. Quindi come dicevo, ogni esperienza psichedelica ha le potenzialità per essere positiva, a meno che non ci sia qualcuno letteralmente di fronte a te che vuole pugnalarti con una siringa e strangolarti mentre urla come un pazzo, ovvero quello che ha fatto Todd la seconda volta. In questi casi non ci sono molte possibilità di vedere il tutto in un’ottica positiva.

3 “White fluff” e “lavanda” sono termini usati per descrivere diversi gradi di purezza dell’LSD. Il primo è il più puro in commercio mentre il secondo è di livello medio-basso. I nomi derivano dall’aspetto cristallino dell’LSD, ma è bene notare che questa nomenclatura non viene usata a livello scientifico. Non è ancora chiaro se Todd fosse davvero capace di produrre LSD pura. Durante il processo ha affermato, nonostante l’immunità totale, di non essere in grado di sintetizzare l’LSD. Spesso mi sono chiesto se Todd volesse solo emulare la figura di patriarca delle droghe di Alexander Shulgin e se la sua identità di chimico fosse solo una montatura. Todd considerava Dennis McKenna un amico personale, e quindi ho chiesto a lui cosa pensasse a riguardo, e lui mi ha detto, “Skinner dichiarava di essere tante cose che in realtà non era, incluso il fatto di essere un chimico!”

4 Alexander Shulgin ha sviluppato una scala di giudizio di cinque gradi, che va da +/- a ++++, con +++ a indicare che, “Non solo la cronologia e la natura dell’azione della droga sono evidenti, ma anche che ignorare la sua azione non è un’opzione praticabile. Il soggetto è completamente coinvolto nell’esperienza, buona o cattiva che sia.”

Ho letto che anche Leonard lavorava come informatore per la DEA. Mi sembra una cosa assurda che due dei più potenti trafficanti di droga al mondo stessero entrambi lavorando per la DEA in maniera indipendente, l’uno alle spalle dell’altro. Osservando Todd hai avuto l’impressione che la DEA fosse coinvolta nella distribuzione di quel tipo di droghe?
Sì, assolutamente. Todd usava queste parole per descrivere la cosa: in cima alla piramide non c’è più distinzione tra chi distribuisce la droga e chi dovrebbe fermarne il traffico. Il 54 percento della popolazione carceraria è dentro per crimini connessi alla droga. Le proprietà di questi prigionieri e l’ammontare di denaro che riversano nelle casse del sistema giudiziario, sono enormi. Senza i chimici che producono droghe, la DEA non trarrebbe alcun profitto dalle retate che effettua. Solo imprigionando la gente che sta ai livelli più bassi, lasciando operare i chimici che stanno al top, la DEA può andare avanti e sostenersi. Senza questi chimici, l’intera organizzazionesi sgretolerebbe.

Quindi, se stavano lavorando con Todd e Leonard, mentre traevano profitti dalle retate di basso livello, perché hanno poi arrestato Leonard?
Io non ho prove che Leonard lavorasse con loro durante la retata al silo, ma so per certo che in varie occasioni aveva collaborato con loro. Credo che non abbiano dato nessuna chance di salvarsi a Leonard perché Todd è andato direttamente ai vertici della DEA a Washington, DC, e ha ottenuto questi accordi di immunità. A quel punto la cosa era diventata troppo grossa. Leonard non aveva nessun modo di uscirne.

Todd ha ricevuto immunità totale per ogni fatto riguardante la retata del silo. Sembra che le sue connessioni col governo fossero così forti da renderlo quasi invincibile. Quando è stato arrestato alla fine non era per questioni legate al traffico di LSD, ma per aver torturato il tuo ex, giusto?
Sì, è vero. Credo che questa storia dell’immunità lo abbia fatto diventare pazzo; pensava di poterla passare liscia persino commettendo un omicidio. E ora deve scontare l’ergastolo per quello che ha fatto al mio ex Brad. Dopo il processo ho provato a stare lontana da Todd, dato che stava collassando psicologicamente. Lui mi rivoleva e io sapevo che non avrebbe accettato un “no” come risposta. Una volta mi ha portato di forza nella sua macchina e, dopo avermi quasi strangolata, ha minacciato che si sarebbe buttato con la macchina giù da un ponte. Se non avessi chiesto aiuto sarei morta, prima o poi. Quindi sono andata alla polizia locale e ho ottenuto un’ordinanza restrittiva nei suoi confronti, che ha prodotto il solo effetto di farlo arrabbiare ancora di più. In seguito mi sono rivolta alla DEA. Lì sapevano che Todd era stato il mio fidanzato, e quindi hanno accettato di vedermi. Sono andata da loro con Brad e ho confessato ogni cosa. Gli ho raccontato che spacciavo MDMA, gli ho detto dove si trovava uno dei laboratori di Todd, dei suoi abusi e del fatto che mi forzava a drogarmi. È venuto fuori che c’era diversa gente che Todd aveva fatto drogare e che in seguito si era rivolta alla DEA, quindi avevano materiale più che a sufficienza per metter su un caso. Ho detto agli agenti, “Non mi importa se vado in prigione per qualche anno per essermi auto-incriminata; almeno così non mi succederà qualcosa di peggio.” È stata la cosa più difficile che mi sia mai toccato fare, ma non avevo altra scelta, Todd avrebbe finito per uccidere me o qualcun altro. Ma gli agenti non hanno fatto nulla a riguardo. Anzi, due giorni dopo Todd mi ha chiamata dicendomi che sapeva che ero andata alla DEA. Era furioso, e alla fine ha rapito sia me che Brad.

Cosa è successo durante il rapimento?
È cominciato con Todd che ha offerto a Brad delle ostie imbevute di un derivato della psilocina. Non ho idea del perché Brad abbia accettato di prenderle. Poi Todd gli ha offerto una droga che, lui diceva, avrebbe amplificato gli effetti psichedelici dell’ostia. Dopo averla presa, Brad è svenuto ed è rimasto incosciente per 12 ore. Todd faceva questo genere di cose quando c’era qualche persona che non gradiva alle sue feste. Li convinceva con l’inganno a prendere queste pasticche che li mandavano al tappeto in un attimo. Era una specie di burattinaio farmacologico pazzo. Poi ha iniettato degli psichedelici in endovena a Brad, lo ha preso a calci sul pene e lo ha interrogato su cosa avesse detto alla DEA.

Krystle e Hamilton, due fagioli lisergici in un baccello enteologico.
Stava usando le sostanze psichedeliche come una specie di siero della verità?
Sì, o almeno quello era il suo piano. Aveva dato a Brad delle iniezioni di DMT IV e lo tormentava psicologicamente mentre lo sottoponeva all’interrogatorio. Todd stava iniettando anche a me delle droghe, del tiopental sodico mi diceva. Ero terrorizzata. Pensare che qualcuno possa usare degli psichedelici per quegli scopi è pazzesco. È stato davvero orribile. Una volta finito tutto, Brad è stato portato in ospedale per riprendersi dai danni subiti al pene. Io invece sono dovuta restare con Todd per un intero mese. Mi ha drogata, stuprata e sodomizzata. Mi ha fatto delle cose orrende.

Dov’è Brad adesso?
Non so. Non l’ho più sentito dopo quell’episodio. Lui si è gradualmente convinto che io fossi una satanista, e dopo qualche settimana in ospedale ha fatto dichiarazioni come, “Krystle ha fatto riti satanici sul mio corpo morente.” Immagino che mi odi e che, nel momento in cui ha avuto l’opportunità di raccontare la storia dal suo punto di vista, mi abbia descritto come una donna diabolica che era in combutta con Todd sin dall’inizio per fargli delle cose orribili.

Hai davvero eseguito riti satanici sul suo corpo morente?
No, erano procedure di rianimazione! Era sotto quantità esagerate di droga e i suoi ricordi di quanto è successo sono del tutto distorti. Era sul punto di morire. Io volevo chiamare la polizia, ma Todd aveva in mano delle siringhe piene e mi diceva, “Se chiami le guardie gli inietto questo e quando arriveranno sarà già bello che morto.” Ho fatto tutto quello che potevo per tirarlo fuori da quella situazione, ed è anche grazie ai miei sforzi che Brad è ancora vivo.

Dopo aver sentito tutte queste storie su Todd, su come fosse un sociopatico megalomane con manie di controllo, mi viene da chiederti come abbia fatto a innamorarti così profondamente di lui?
Be’, quando l’ho conosciuto era la persona più carina del mondo, e sembrava anche profondamente spirituale. Farsi i trip con lui era del tutto diverso che farseli con altre persone. Abbiamo provato la telepatia insieme. Abbiamo scoperto Dio insieme. Io pensavo davvero che fosse la persona più spirituale e perfetta che esistesse e mi sono innamorata perdutamente. Detto questo, nei primi due anni, quando ho cominciato a notare i suoi aspetti negativi, cercavo di non dar loro troppo peso. Mi dicevo che sotto alla pazzia che a volte si manifestava c’era comunque una brava persona. Ripensando al tutto ora, mi accorgo di come mi abbia manipolata. Ero una stupida ragazzina al tempo. E adesso ho delle ferite spirituali che difficilmente scompariranno. È per questo che Todd sta scontando l’ergastolo—quello che ha fatto è stato profondamente malvagio. Le sostanze psichedeliche non dovrebbero essere mai usate in quel modo. Ho scritto Lysergic proprio per dire questo alle persone, di farsi i trip solo con persone davvero fidate, sperando che non commettano i miei stessi errori. Perché io ho davvero scelto un partner sbagliato per miei trip, con Todd.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...