Sono diventato amico di uno dei più grandi narcotrafficanti del mondo, poi l’ho arrestato

my-mate-the-opium-lord-036-body-image-1425897096

Prima di raggiungere le tasche dei consumatori di Liverpool, Berlino o Oslo, l’80 percento dell’eroina mondiale passa per le mani di un gruppo di ricchissimi coltivatori di oppio afghani. Poiché finanziano i talebani—il cui controllo sull’Afghanistan è ancora molto saldo, soprattutto nelle regioni del sud—questi uomini posso operare nell’impunità più assoluta, gestendo quella che resta una parte fondamentale dell’economia afgana.

Continua a leggere Sono diventato amico di uno dei più grandi narcotrafficanti del mondo, poi l’ho arrestato

Si può arrestare un bot?

Il sequestro da parte delle autorità di oggetti acquistati casualmente da un software nel Deepweb risolleva questioni sulla libertà di espressione e sulla responsabilità giuridica di programmi progettati per decidere in modo autonomo.

1421421570_KHStGallen_Darknet_2014-10_MG_3286_HighRes_FF-600x335

Continua a leggere Si può arrestare un bot?

Come ho fatto 300 milioni di dollari con il narcotraffico. Il caso Brian O’Dea

443829426_1280x720

Dal 1972 alla fine degli anni Ottanta, Brian O’Dea è stato uno dei più grandi narcotrafficanti del mondo. Continua a leggere Come ho fatto 300 milioni di dollari con il narcotraffico. Il caso Brian O’Dea

L.A. fashion district firms raided in cartel money laundering probe

Schermata 2015-04-05 alle 22.20.51

Sinaloa cartel bosses had a problem. They were holding a hostage and needed to get the $140,000 ransom his family agreed to pay from the United States to Mexico in the form of pesos. Continua a leggere L.A. fashion district firms raided in cartel money laundering probe

Meet The Dread Pirate Roberts, The Man Behind Booming Black Market Drug Website Silk Road

Screen-Shot-2013-08-14-at-11.20.41-AM

Continua a leggere Meet The Dread Pirate Roberts, The Man Behind Booming Black Market Drug Website Silk Road

L’ e-commerce della droga? Funziona, vi spieghiamo come

Come Scampia, più di Scampia. C’è una piazza di spaccio aperta 24 ore su 24, sette giorni su sette, dove migliaia di pusher vendono, impuniti, qualsiasi tipo di droga. Possibile? Sì, possibile. Provare per credere.

Il Paese dei balocchi per tossici è un sito internet. Si chiama «Silk Road», via della seta. Intendiamoci: arrivarci non è facile. Questo ebay della droga all’apparenza non esiste: se si digita l’indirizzo sul browser non si ottiene nulla. Ma il sito esiste, eccome. Continua a leggere L’ e-commerce della droga? Funziona, vi spieghiamo come