La droga del futuro sarà digitale?

Addio spinelli, cocaina, ecstasy. Tra 20 anni, ci si farà di stimolazioni cerebrali, ultrasuoni e nanoparticelle. Parola di esperto. Nella realtà, intanto, vanno per la maggiore le sostanze sintetiche “furbe”

AI
Continua a leggere La droga del futuro sarà digitale?

Annunci

In the Future, Your Drug Dealer Will Be a Printer

6b1fd6f5a965551874b01a414c1844f6

Scoring drugs is one of life’s great pains in the ass. Either a friend knows some guy who lives in some dodgy neighborhood full of people sharpening their dog’s teeth on park swings. Or you get them off some random in a club whose entire body is an event horizon for his giant pupils.

But don’t worry, it won’t always be this way. Scientists are working on a solution. That solution is 3D printed drugs. Instead of having to go and get drugs from the scary outside world you’ll be able to print custom drugs adapted to whatever your needs are, right there at home, in your bedroom. Surrounded by empty takeaway containers and a cat that will be stoned forever because everyone knows that cats can’t release THC.

Continua a leggere In the Future, Your Drug Dealer Will Be a Printer

Gli psiconauti provano tutte le droghe che non vorreste mai provare

67767ad2986a757b81ddef16fc43eee3

Se siete in cerca di un nuovo hobby e vi piacerebbe provare droghe di nuova sintetizzazione prima di chiunque altro al mondo, perché non diventare uno psiconauta? Registratevi, e sarete in grado di sballarvi con sostanze che non sono ancora state nemmeno regolamentate. Sembra un’idea idiota e molto pericolosa, ma almeno non finirete in galera, perché lo starete facendo per la “ricerca”.

In generale, gli psiconauti sembrano dividersi in due campi. Una parte dice di testare i prodotti con lo scopo di documentare gli effetti delle droghe e valutare se è sicuro utilizzarle. L’altra (più tendente all’esagerazione) ritiene che essere uno psiconauta abbia a che fare più che altro con l’esplorazione delle frontiere della mente.

Tra le designer drug troviamo 25I-NBOMe, JWH-018 e la dimetocaina, in alcuni casi dimostratesi più pericolose di quelle che vorrebbero sostituire—ovvero, rispettivamente, LSD, erba e cocaina. Il 25I-NBOMe, per esempio, si misura in microgrammi, rendendo impossibile verificarne la quantità da assumere a occhio nudo e avendo causato nello scorso anno cinque morti per dosaggio improprio.

Nonostante i rischi, su Erowid (un sito dedicato alle sostanze psicoattive) sono parecchi i “consumatori responsabili” pronti a dichiarare che le nuove droghe che stanno testando sono divertenti, almeno fino a che non impazzisci e inizi ad abusarne. Ho contattato un paio di psiconauti su Erowid e ho chiesto loro perché hanno deciso di trasformarsi in cavie da laboratorio per permettere a chiunque di comprarsi un po’ di strana polvere su internet.

Continua a leggere Gli psiconauti provano tutte le droghe che non vorreste mai provare

Attenzione alle nuove droghe

Cyber-droghe: dalla siringa alle cuffie
Marcello Pamio – 8 luglio 2008

Nel 1981 esce nelle sale cinematografiche il film “Brainstorm: generazione elettronica”, interpretato da Christopher Walken e Natalie Wood.
La storia racconta della scoperta sensazionale fatta da una importante industria: una macchina in grado di registrare immagini, sensazioni ed emozioni e trasmetterle da una mente all’altra. I servizi segreti statunitensi ne intuiscono subito le potenzialità applicative in ambito bellico e di controllo mentale.  Continua a leggere Attenzione alle nuove droghe